L’Accordo Quadro ANCI-CONAI, previsto dal Decreto Ronchi del 1997 e poi dal D.Lgs 152/06,  è una possibilità per i Comuni per avere una copertura di una parte di oneri sostenuti per fare le raccolte differenziate dei rifiuti di imballaggi.

E’ composto nello specifico da 6 Allegati Tecnici, uno per ogni materiale, che disciplinano le convenzioni che ciascun Comune, direttamente o tramite un soggetto terzo, può sottoscrivere con ciascun Consorzio di Filiera.

Il Comune che ha attivato la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio si impegna a conferire i rifiuti di imballaggio al Consorzio di Filiera del materiale specifico raccolto, secondo le modalità riportate nell’Allegato Tecnico di riferimento.

Il Consorzio di Filiera, a sua volta, si impegna a garantirne il successivo avvio a riciclo e a riconoscere i corrispettivi al Comune, variabili in funzione della quantità e soprattutto della qualità del materiale conferiti.

Il Comune per avere dei reali benefici e degli abbattimenti dei costi locali della gestione della RD deve riuscire a produrre un buon materiale selezionato all’origine: sempre più frequentemente si cerca di attuare e organizzare la raccolta porta a porta, per poter controllare meglio che vengano conferiti i rifiuti da parte del cittadino nella corretta frazione e avere così meno oneri legati alla gestione dello scarto.

Dal 1° aprile 2015 sono partite le nuove convenzioni ANCI-CONAI.

Comments are closed.