Alluminio dalle mille vite

Alluminio dalle mille vite: riciclabile al 100% e all’infinito, è leggero, atossico e buon conduttore termico. E’ resistente agli urti e alla corrosione.

Combattiamo la crisi riciclando, salvaguardiamo il pianeta riciclando, creiamo posti di lavoro riciclando.

L’alluminio possiede caratteristiche ottimali per il riciclo: può essere riciclato al 100% e per un infinità di volte, senza degradarsi, dando sempre vita a nuovi prodotti di alta qualità, che non presentano alcuna differenza da quelli ottenuti dal minerale originale.

Riciclare riduce le importazioni e il consumo di energia, si impiega solo il 5% dell’energia necessaria per ricavarlo dalla  bauxite.

bauxite_alluminio_benfate_riciclo alluminio_benfate_riciclo_8a39d34c48be218a71dea2bfc7044df1

Il beneficio per il mancato conferimento del rifiuto in discarica è sia economico che ambientale. È fondamentale raccogliere correttamente per poi destinarlo al recupero. Nei nostri impianti l’alluminio viene separato da eventuali metalli magnetici (ferro) e/o da altri materiali diversi (ad es. vetro, plastica) e poi pressato. Le balle pressate vengono inviate alle fonderie per essere fusi e ottenere l’alluminio liquido da trasformare in lingotto che vengono esportati.

L’Italia da sempre povera di bauxite si pone al terzo posto al mondo per il riciclaggio dell’ALU dopo Giappone e Stati Uniti e al primo posto in Europa. La produzione nazionale di alluminio è per l’80% proveniente dal riciclo. Riciclare significa risparmiare petrolio, significa non emettere gas serra.

La raccolta nasce come raccolta delle lattine, ma oggi è estesa a molte tipologie di imballaggi (e di altri oggetti in alluminio come pentole, parti meccaniche, maniglie, lastre, ecc., sempre che ovviamente siano per dimensioni conferibili nel normale circuito della raccolta domestica).

Non si possono gettare con l’alluminio le bombolette che riportano simboli della nocività del prodotto.

Comments are closed.