Imballaggi in acciaio: Contributo Ambientale

Per gli imballaggi in acciaio dal 1° ottobre 2015 sarà operativa la riduzione del Contributo Ambientale.

Il Contributo per l’acciaio passerà dagli attuali 21,00 Euro/ton a 13,00 Euro/ton.
Le imprese Consorziate – produttrici e utilizzatrici di imballaggi – usufruiranno di questa riduzione dei costi che permetterà di garantire comunque il ritiro dei rifiuti urbani di imballaggio sull’intero territorio nazionale ed il riconoscimento ai Comuni dei corrispettivi previsti dal nuovo Accordo Quadro ANCI-CONAI (420 milioni di Euro stimati nel 2015).

L’acciaio è riciclabile al 100% infinite volte.

Nel 2014 sono state avviate a riciclo oltre 3,6 milioni di tonnellate di materiali di imballaggio provenienti dalla raccolta domestica, un risultato in crescita del 7,2% rispetto all’anno precedente.

Nel 2014 il 74,3% degli imballaggi in acciaio immessi al consumo è stato avviato a riciclo, uno dei tassi più alti registrati tra i materiali riciclabili.

L’acciaio recuperato attraverso la raccolta differenziata di imballaggi si rifonde, si rinnova, si trasforma in nuovi semilavorati di ottima qualità, destinati agli utilizzi più diversi.

Nelle Piattaforme del Gruppo Benfante l’acciaio, proveniente dal raccolta di contenitori industriali e scarti di produzione delle aziende, viene selezionato accuratamente (processo di impacchettatura che prevede l’eliminazione di tutto ciò che non è ferro) per essere avviato al riciclo presso le acciaierie.

 

Comments are closed.