Benfante inaugura il nuovo impianto di selezione della carta e del cartone a Sant’Olcese (GE) e lo presenta durante le due tappe dell’Ecoforum di Legambiente a Torino (5/12/2018) e a Genova (11/12/2018).

Durante gli appuntamenti con l’Ecoforum di Legambiente si è fatto il punto sulla gestione del ciclo dei rifiuti in Liguria e in Piemonte, confermando l’impegno delle amministrazioni per migliorare la qualità della raccolta per ottenere così materiali da inserire nella filiera industriale creando una economia circolare.
Sono stati premiati i Comuni Rifiuti Free e i Comuni Ricicloni sopra il 75%.

Benfante, in quest’ottica di sviluppo, punta all’innovazione tecnologica e inaugura il nuovo impianto di selezione a Sant’Olcese (GE), in provincia di Genova. Un ulteriore passo nel programma di investimenti di Relife Group, la nuova holding di cui fa parte Benfante, per dare attuazione concreta agli obiettivi di economia circolare.

Al settore del recupero è oggi richiesto un rapido adeguamento tecnologico per favorire la costruzione di un sistema industriale maturo per migliorare la capacità di selezione e aumentare la qualità del materiale, ampliandone la possibilità di riciclo e il valore aggiunto.

Enzo Scalia, direttore generale di Benfante, spiega che i nuovi standard qualitativi imposti da industria cartaria e da diversi paesi importatori di carta da macero, rendono indispensabile un ripensamento radicale dei tradizionali impianti di selezione, inserendo più automazione nel processo di estrazione delle frazioni estranee e nella valorizzazione di singole componenti.

Per questo, il Gruppo Benfante ha scelto I.T.R., azienda leader nella realizzazione di impianti di riciclo, come partner e fornitore del nuovo impianto di selezione. In particolare, le nuove condizioni di mercato impongono di separare all’interno del flusso della raccolta differenziata urbana il cartone dalla carta grafica. Inoltre, all’interno della carta grafica, si andranno a selezionare ulteriormente quotidiani, riviste, libri, per ottimizzare gli sbocchi di mercato più opportuni.

Le componenti principali dell’impianto sono: un sistema scolmatore, un vaglio decartonatore a dischi a diversi livelli, un vaglio raffinatore, con alla fine una selezione manuale, in modo di avviare alla compattazione separatamente ogni singola frazione.

La capacità produttiva è pensata per lavorare oltre 14.000 kg per ciascuna ora di lavoro.

Il cartone così selezionato conclude il suo viaggio all’interno del perimetro industriale di Relife Group la Cartiera di Bosco Marengo, leader nella valorizzazione delle materie prime seconde a base cellulosica sia sul territorio italiano che estero per la produzione di produzione di cartoncino, cartone per tubi coreboard e cartone teso per interfalda.

Legambiente Liguria ha voluto filmare le buone pratiche in materia di riciclo presso il nuovo impianto di Benfante.

Guarda il video dell’intervista a Santo Grammatico di Legambiente Liguria!

Guarda il nostro canale YouTube per il video del funzionamento dell’impianto di Sant’Olcese.

Comments are closed.