Elisa Simonelli è un’artista milanese che con entusiasmo sperimenta tecniche manuali e artistiche per l’utilizzo di vari materiali di recupero. Ha interpretato il logo Benfante per personalizzare la grande sala riunioni a Rivalta Scrivia attraverso la lavorazione dei materiali che nell’impianto vengono avviati al riciclo abbinando la tecnica Raku con la modellazione e la cottura dell’argilla.       

Quando mi hanno chiesto di realizzare un’opera istituzionale per la nuova sede Recycling Factory, del Gruppo Benfante, ho subito immaginato di realizzare un grande pannello colorato e tridimensionale. Avevo l’esigenza di animare, colorare e muovere il grande spazio bianco a disposizione. E così da idea è diventata realtà. È stato molto stimolante recuperare i vari materiali, oggetto della lavorazione della Factory, a partire proprio dai cumuli di rifiuti presenti in piattaforma. I materiali di recupero quali carta, cartone, plastiche, alluminio che puliti accuratamente hanno ripreso vita: li ho collocati manualmente e minuziosamente su cubotti di cartone alveolare a comporre 6 loghi, ognuno caratterizzato da uno dei materiali che l’Azienda recupera. Al centro un settimo logo realizzato in ceramiche raku*, tecnica che prediligo per le mie creazioni ormai da alcuni anni. Una lastra di acciaio corten mi è sembrata la soluzione più adatta per collocare e far risaltare i cubotti. Il pannello ha così preso vita quale armoniosa composizione materica dove ogni materiale comunica il suo valore.

* Di origine giapponese, la ceramica raku nasce nel XVI secolo identificandosi fin da subito in modo esclusivo con la produzione delle tazze per la cerimonia  del tè, una delle espressioni più significative della civiltà giapponese.

La tecnica è molto laboriosa, richiede l’estrazione dei pezzi dal forno allo stato incandescente, a circa 930° e immediatamente messi ad affumicare a contatto con segatura, carta e foglie secche.

Il fumo penetra nelle crepe e nei pori dell’argilla disegnando fantastiche trame (craquelè) nelle cristalline ed esaltando i riflessi metallici degli smalti.

Il Raku è uno dei metodi più affascinanti di fare ceramica: terra, fuoco, aria e acqua si incontrano dando origine a pezzi unici ed irripetibili.

Lo spirito di Raku è gioia, il significato delle parola Raku in giapponese è  “gioire della vita”.

per conoscere Elisa Simonelli visita il suo sito www. elisasimonelli.it

vai al profilo Facebook

e alla pagina Istagram

Comments are closed.