L’incontro con l’Arcidiocesi Genovese di Venerdì 19 dicembre tra il Cardinale Bagnasco e Marco e Paolo Benfante e Enzo Scalia è stato il momento più opportuno per rinnovare le basi di una duratura collaborazione e per scambiarsi gli auguri natalizi.

Durante l’incontro con il Cardinale Bagnasco il Gruppo Benfante ha confermato di voler procedere con un significativo contributo all’Arcidiocesi Genovese, devolvendo così alle famiglie colpite dai recenti eventi alluvionali una donazione, al posto dei tradizionali regali a clienti e fornitori.

 

Il significato di questa donazione all’Arcidiocesi di Genova sta innanzitutto nelle radici storiche della Benfante. Il nonno Domenico è cresciuto a Borgo Incrociati, mentre Paolo e Marco Benfante e Enzo Scalia sono cresciuti nel quartiere di Marassi, storicamente il più colpito dalle alluvioni genovesi.

“Inoltre – afferma Marco – siamo rimasti colpiti dal fatto che il Cardinale Bagnasco è stato il primo (e tra i pochissimi) delle Istituzioni genovesi a sporcarsi le scarpe insieme alle migliaia di volontari per andare a visitare e portare conforto ai cittadini genovesi colpiti dalle alluvioni. La Chiesa genovese ha dato garanzie che utilizzerà questi fondi a sostegno delle attività commerciali e dei residenti che, per l’ennesima volta, si sono visti portare via tutto.”

auguri-gruppo-benfante-natale-2014

Comments are closed.