La Raccolta Differenziata dalla Feltrinelli Genova: in questo mondo dove tutto va di fretta, abbiamo scelto di fermarci per discutere sul bel libro di Daniele Fortini e Nadia Ramazzini

Martedì 23 giugno ore 18.00

Ci sembra un’occasione per riflettere pubblicamente sul senso del nostro lavoro, che si basa sulla ricerca di valore per ciò che viene gettato. Sul generare profitto invece di costi per la collettività. Sul creare nuova impresa riducendo gli oneri per il servizio pubblico. Sulla crescita esponenziale delle persone che oggi lavorano per dare nuove opportunità alla raccolta e al riciclo.

Per questo siamo convinti che il nostro sia il lavoro più bello del mondo.

Daniele Fortini Nadia Ramazzini, presentano alla Feltrinelli di Genova il loro “Libro Mastro”

Enzo Scalia, Amm. Delegato di BSB recycling, e Marco Castagna, presidente di AMIU Genova, saranno gli interlocutori degli autori per approfondire i temi trattati nel libro.

In questo mondo dove tutto va di fretta, abbiamo scelto di fermarci per discutere sul bel libro di Fortini e Ramazzini: la Raccolta Differenziata.

Ci sembra un’occasione per riflettere pubblicamente sul senso del nostro lavoro, che si basa sulla ricerca di valore per ciò che viene gettato. Sul generare profitto invece di costi per la collettività. Sul creare nuova impresa riducendo gli oneri per il servizio pubblico. Sulla crescita esponenziale delle persone che oggi lavorano per dare nuove opportunità alla raccolta e al riciclo, alla raccolta differenziata.

Per questo siamo convinti che il nostro sia il lavoro più bello del mondo.

Siamo felici di discuterne a poche ore dall’uscita della nuova Lettera Enciclica Laudato Si, che non lascia indifferenti..
22. Questi problemi sono intimamente legati alla cultura dello scarto, che colpisce tanto gli esseri umani esclusi quanto le cose che si trasformano velocemente in spazzatura. Rendiamoci conto, per esempio, che la maggior parte della carta che si produce viene gettata e non riciclata. Stentiamo a riconoscere che il funzionamento degli ecosistemi naturali è esemplare: le piante sintetizzano sostanze nutritive che alimentano gli erbivori; questi a loro volta alimentano i carnivori, che forniscono importanti quantità di rifiuti organici, i quali danno luogo a una nuova generazione di vegetali. Al contrario, il sistema industriale, alla fine del ciclo di produzione e di consumo, non ha sviluppato la capacità di assorbire e riutilizzare rifiuti e scorie. Non si è ancora riusciti ad adottare un modello circolare di produzione che assicuri risorse per tutti e per le generazioni future, e che richiede di limitare al massimo l’uso delle risorse non rinnovabili, moderare il consumo, massimizzare l’efficienza dello sfruttamento, riutilizzare e riciclare. Affrontare tale questione sarebbe un modo di contrastare la cultura dello scarto che finisce per danneggiare il pianeta intero, ma osserviamo che i progressi in questa direzione sono ancora molto scarsi.
PAPA FRANCESCO (Enciclica Laudato Sì).

Per leggere l’intera Lettera Enciclica …clicca qui

raccolta differenziata_genova_23giu

Comments are closed.