L’ALBERO DELLE PAROLE – RICICLO IN MUSICA è l’evento conclusivo a Genova del  Mese del riciclo di carta e cartone organizzato da Comieco in collaborazione con il Comune di Genova (Assessorato all’Ambiente), Amiu Genova e Benfante Srl.

Un’operazione di natura artistico culturale che, in modo non convenzionale, vuole stimolare il miglioramento della raccolta differenziata di carta e cartone nel Comune di Genova, consapevoli che la rinascita e il riscatto di una città possano partire anche dalla gestione ottimale dei servizi di pubblico interesse, come la raccolta dei rifiuti, appunto.

L’idea del progetto L’ALBERO DELLE PAROLE – RICICLO IN MUSICA nasce da una constatazione tanto semplice quanto originale: i giornali non sono solo organi di informazione validi nel momento della pubblicazione ma anche fonte di ispirazione artistica.
Così è stato per la Beat Generation, quando William Burroghs utilizzava la tecnica del cut up  per comporre nuovi testi a partire proprio da ritagli di giornali trasformando un oggetto quotidiano in un materia prima artistica su cui costruire una nuova opera.
Ed è in questa memoria storica che trova le sue radici il progetto artistico L’Albero delle Parole, ideato da Marco Nereo Rotelli per sottolineare l’idea della metamorfosi e della rigenerazione, due concetti che si sposano perfettamente con il ciclo del riciclo di carta e cartone.

A partire dal 18 marzo, i cittadini di Genova sono invitati a portare i loro vecchi quotidiani in appositi punti di raccolta allestiti da Amiu presso le biblioteche civiche.

Sabato 30 marzo, alle ore 18:00 a Palazzo Ducale Marco Nereo Rotelli, insieme a Maurizio Gregorini, li trasformerà nell’Albero delle Parole sulle note di uno speciale DJ set curato da Alessio Bertallot.

Un modo nuovo e creativo per ricordare a tutti che è necessario rigenerare la carta, certi che nulla debba andare sprecato perché ogni cosa contiene in sé un possibile nuovo mondo.

“Si tratta di un primo evento di una serie di iniziative finalizzate a sensibilizzare i cittadini sull’importanza del recupero e del riciclo di materiali”, ha dichiarato il direttore generale di Amiu, Tiziana Merlino. “La riduzione dei rifiuti parte dalla valorizzazione dei materiali che non sono in realtà rifiuti – ha spiegato Merlino– ma materie che possono essere reimmesse in un ciclo produttivo con un vantaggio rilevante sia in termini economici che, soprattutto, ambientali”.

I punti di raccolta sono allestiti da Amiu presso 11 biblioteche civiche nei 9 municipi cittadini. Sabato 30 marzo sarà possibile portare gli ultimi giornali direttamente a Palazzo Ducale.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di far crescere la sensibilità dei cittadini verso la raccolta di carta e cartone e di conseguenza incrementare il dato annuo, che oggi per Genova è di 45 kg/abitante (fonte ISPRA, istituto per la protezione e la ricerca ambientale) fino a 60 kg/abitante.

Ma non solo. Attraverso le iniziative sul territorio e il lavoro di squadra con il Comune di Genova e con Benfante, per le attività legate al riciclo di carta e cartone, Amiu vuole puntare sulla riduzione della produzione di scarto da smaltire e assicurare la massima qualità dei materiali richiesta dal mercato per i processi produttivi.

Le biblioteche dove si potranno portare i vecchi giornali sono:

  • Berio (via del Seminario 16) – centro città
  • De Amicis (Magazzini del Cotone, modulo 1) – Porto Antico
  • Gallino (via Daste 8A) – Sampierdarena
  • Lercari (via San Fruttuoso 74) – San Fruttuoso
  • Saffi (via Sertoli 13A) – Molassana
  • Cervetto (via Jori 60) – Rivarolo
  • Palasciano (via Poli 12) – San Quirico
  • Guerrazzi (via Cervetto 35) – Cornigliano
  • Benzi (piazza Odicini 10) – Voltri
  • Servitana (via Baroni) – Foce
  • Brocchi (via Casotti 1) – Nervi
La carta ha sette vite come i gatti.  Eppure, ogni volta che li separa, il cittadino ha poca consapevolezza su ciò che accade.
Durante il Mese del riciclo di carta e cartone Comieco vuole dare delle risposte a domande importanti per la salvaguardia del pianeta.
Quanto ne sanno gli italiani del valore, del ciclo di vita, di come carta e cartone vengono recuperati e riutilizzati attraverso il riciclo?
Quanto ne sanno delle politiche di sostenibilità e attenzione all’ambiente che già oggi le aziende mettono in atto per minimizzare l’impatto ambientale degli imballaggi dei propri prodotti?
Carta e cartone sono i migliori amici delle città perché sono creativi, innovativi, riciclabili, rinnovabili e 100% sostenibili.

Comments are closed.