Sistri Mud Aia: nuove regole e adempimenti per le imprese dal 18 febbraio al 1 giugno 2015 le Aziende saranno impegnate a studiare e applicare le nuove regole del dlgs 152/2006 (cd. Codice Ambientale) per la classificazione e il tracciamento dei rifiuti.

Prima tappa 18 Febbraio: nuove istruzioni nazionali ex dl 91/2014 per classificare correttamente i rifiuti come pericolosi o non pericolosi.

 

A Marzo, salvo proroghe, data ultima per regolarizzare l’adesione al Sistri (dm 52/2011 c.d. Testo unico Sistri) con «ravvedimento operoso» ed entro il 30 aprile pagamento del nuovo contributo annuale 2015.

7 Aprile: Autorizzazione integrata ambientale. Le installazioni individuate dal dm Ambiente 272/2014 (impianti di combustione con potenza termica di almeno 300 Mw alimentati esclusivamente a gas naturale) tra quelle sottoposte ad Aia statale ex dlgs 152/2006 devono inviare la Minambiente gli esiti della valutazione della propria potenzialità inquinante.

30 aprile: presentazione alla Camera di Commercio della dichiarazione ambientale Mud.Riferimento da utilizzare per la presentazione è il modello unico del nuovo Dpcm 17 dicembre 2014.

1 giugno: Entrano in vigore le nuove regole Ue sulla classificazione dei rifiuti e attribuzione delle caratteristiche di pericolo in base ai criteri introdotti dal regolamento 1357/2014/Ue nell’allegato III della direttiva 1008/98/Ce. Le norme Ue sono self executing formulate in maniera tale da apparire di per sé idonee ad operare nell’ordinamento interno, senza bisogno di essere trasformata nei propri elementi strutturali dagli strumenti di adattamento.

 

Comments are closed.