RicicloAperto 2016: più di 500 bambini in visita alle piattaforme del Gruppo Benfante di Genova, Tortona (AL)  e Guarene (CN).

Tre giorni di porte aperte della filiera del riciclo della carta (13, 14 e 15 aprile) con RicicloAperto 2016 che mostra cosa succede a carta e cartone raccolti in modo differenziato dai cittadini, promosso da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, in collaborazione con la Federazione della filiera della carta e della grafica, Assocarta e Assografici e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di Anci, Utilitalia, Unirima, Fise Assoambiente e Fise Unire.
Più di 90 sono gli impianti tra piattaforme, cartiere, cartotecniche e museiaperti al pubblico: 34 nelle regioni del Nord, 18 in quelle del Centro e 44 in quelle del Sud in cui si può assistere a tutte le fasi del ciclo del riciclo di carta e cartone, dalla selezione del macero in piattaforma al riciclo in cartiera, fino alla trasformazione in nuovi prodotti nelle cartotecniche.

 

ricicloaperto-sala-didattica
Durante i tre giorni di RicicloAperto 2016 più di 500 bambini delle scuole di Tortona (AL) di Genova e di Cuneo (Guarene), hanno potuto visitare le piattaforma di Benfante SpA e Benassi Srl e giocare con Consorzio Comieco. Bellissimo vedere l’entusiasmo con cui i bambini apprendevano le informazioni sulla raccolta differenziata della carta e del cartone per scoprire che funziona davvero. Gli alunni delle Scuole Primarie che sono intervenuti insieme ai loro insegnanti, sono arrivati già preparati sui temi della raccolta differenziata avendo iniziato ad approfondire in classe alcuni aspetti e regole base per

“fare bene la raccolta differenziata”

ma il toccare con mano il processo della raccolta e del riciclo ha permesso di fissare i concetti appresi per poterli applicare nella vita di tutti i giorni a casa e a scuola. L’interesse dimostrato durante le visite permette di comprendere meglio a tutti gli addetti del settore che per ottonere sostanziali miglioramenti quali/quantitativi nelle raccolte differenziate occorre puntare sulla comunicazione e l’informazione partendo proprio dai bambini che sono i reali promotori del cambiamento nelle famiglie.

Il modello di economia circolare del riciclo di carta e cartone: il tema centrale delle visite è stato spiegare ai piccoli interlocutori come sia possibile passare da rifiuto a nuovo prodotto.

ricicloaperto-visita-piattaforma

La raccolta differenziata costituisce il primo step del riciclo che da impulso a tutto il sistema: maggiore raccolta differenziata di carta e cartone porta a più disponibilità di macero. In Italia questo avviene grazie ad una rete impiantistica che rappresenta l’intera filiera cartaria: piattaforme di selezione, cartiere e aziende trasformatrici; il tutto con un tasso di riciclo degli imballaggi cellulosici che ad oggi si attesta all’80% portando benefici ambientali, economici e occupazione: numeri che fanno dell’Italia un’eccellenza a livello europeo dal punto di vista del riciclo di carta diventando un vero e proprio fiore all’occhiello della green economy.

Dopo la siderurgia, l’industria cartaria italiana rimane il comparto che impiega in valore assoluto il maggior quantitativo di materia prima seconda. In questo panorama si colloca la realtà del Gruppo Benfante che in pochissimi anni è diventato leader nel settore in tutto il Nord Italia con un’impiantistica dislocata strategicamente sul territorio per offrire ogni tipo di servizio ambientale per recuperare i rifiuti e dare valore alle raccolte differenziate in particolare della carta e del cartone.

ricicloaperto-percorso-scuole

Comments are closed.